PROSSIMO SPETTACOLO:

ANTIGONE / RINVIATO A DATA DA DESTINARSI

martedì 10 marzo 2020

VISUALIZZA

Altri progetti Nazionali e Internazionali


CSC Casa della Danza e Operaestate espandono progettualità e network per il sostegno e la produzione di nuovi progetti di danza contemporanea sia con organizzazioni culturali italiane, sia nei Paesi extra-europei.
Questi i progetti in corso nel 2019:

Boarding Pass Plus Dance
Il progetto prevede diverse azioni e attività integrate volte all’internazionalizzazione delle carriere di giovani artisti e operatori e delle opere coreografiche, oltre che alla valorizzazione della reciprocità tra i partner italiani e quelli stranieri. Capofila del progetto è Operaestate/ CSC di Bassano del Grappa, in partnership con Associazione Culturale AREA06, Fondazione Piemonte dal Vivo, Indisciplinarte srl, Santarcangelo dei Teatri, e numerosi partner stranieri. Progetto vinto su bando del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

Duo à trois voix / Duo a tre voci
E’ un progetto nato dalla collaborazione tra Circuit-Est centre choréographique di Montréal e Centro per la Scena Contemporanea di Bassano del Grappa, e coinvolge danzatori/coreografi di ciascuna organizzazione) e un mentore/dramaturg, dando l’opportunità ai partecipanti di esplorare una creazione attraverso residenze e percorsi in entrambi i Paesi.
Progetto sostenuto dalla Delegazione del Québec a Roma

Museum of Human E-motions
E’ un progetto che coinvolge artisti provenienti da diversi paesi, in commissioni di danze di durata, ispirate alle emozioni umana e ad oggetti simbolici del paese di provenienza. Il progetto si svolgerà a Bassano del Grappa, Parigi, Tokyo e Taiwan.
Progetto realizzato in collaborazione con National Kaohsiung Centre for the Arts (Taiwan), Saison Foundation (Japan), Istituto Italiano di Cultura di Tokyo, La Briqueterie (Francia).

Accordi in Corea, Hong Kong, Taiwan
Operaestate e CSC Casa della Danza di Bassano hanno inoltre avviato accordi triennali con importanti soggetti impegnati nella promozione delle arti performative dell’Asia Orientale. In particolare in Corea: accordo con il KAMS, Korea Arts Management Service, la fondazione ministeriale coreana dedicata agli scambi e all’internazionalizzazione della scena delle arti performative), in Taiwan: accordo con National Kaohsiung Center for the Arts di Kaohsiung (centro internazionale per lo sviluppo delle arti con focus sull’impegno verso gli artisti, i cittadini e il pubblico), in Hong Kong: accordo con West Kowloon Cultural District uno dei più grandi progetti culturali del mondo. Le collaborazioni includono: sviluppo di programmi di mobilità, ricerca e creazione, residenze artistiche che vedranno impegnati artisti e professionisti italiani e asiatici.

Altri accordi Internazionali
Numerosi anche gli accordi e relazioni attivate e coltivate, con numerosi partner internazionali: in Australia con la Dancehouse di Melbourne, in Norvegia con il CODA Oslo International Dance Festival, in Germania con Tanz Im August di Berlino e K3 TanzPlan di Amburgo, in Spagna con Teatros del Canal e Certamen Coreografico di Madrid, in Repubblica Ceca con Tanec Praha di Praga, oltre alle reti EDN European Dance House Network e Aerowaves platform che aprono relazioni con soggetti di tutta l’Europa geografica.

explore dance – Network dance for young audience
Il CSC è anche associato del progetto explore dance, dedicato al giovane pubblico, come parte della commissione internazionale composta da esperti internazionali e che ha il compito di assistere i partner, ampliare il dialogo internazionale e creare con i partner un insieme di conoscenze da condividere.
explore dance coinvolge tre partner – fabrik moves Potsdam, Fokus Tanz / Tanz und Schule e.V. Munich e K3 | Tanzplan Hamburg – con l’obiettivo di sviluppare una struttura produttiva sostenibile per la creazione di lavori di danza contemporanea per il giovane pubblico. Tra le varie attività, invita anche coreografi a creare nuove produzioni per il giovane pubblico nel corso di tre stagioni a Potsdam, Monaco e Amburgo. Ogni città produce ogni anno due format di presentazione (un evento pop-up in classe o in spazi pubblici, oppure una produzione in spazi teatrali); gli artisti aprono il loro lavoro a bambini e adolescenti, per invitarli a condividere il processo creativo in workshop, prove aperte e ricerche condivise. Queste attività producono un trasferimento di competenze tra artisti e giovani, permettendo a entrambi di condividere visioni, idee e riflessioni.

twitter