PROSSIMO SPETTACOLO:

Giornata Nazionale Parkinson 2019: workshop con Marigia Maggipinto

domenica 24 novembre 2019

VISUALIZZA

25.10.2019 // “Brilliant Mind and Powerful Body” con Marta Ciappina: 30 novembre e 1 dicembre


Marta Ciappina

La rete No Limita-C-tions in collaborazione con il CSC Centro per la Scena Contemporanea organizza, per i giorni 30 novembre e 1 dicembre, “Brilliant Mind and Powerful Body“: classi con Marta Ciappina aperte a danzatori di livello intermedio/avanzato e a giovani danzatori tra gli 11 e i 14 anni.

Due le sessioni previste per ciascun livello: 
Sabato 30 novembre: h. 15.00 – 16.30 giovani danzatori (11-14 anni)
h. 17.00 – 19.00 danzatori livello intermedio/avanzato

Domenica 1 dicembre: h. 10.00 – 11.00 giovani danzatori (11-14 anni)
h. 12.00 – 14.00 danzatori livello intermedio/avanzato

Info costi e iscrizioni: gio.garzotto@gmail.com 

Il training si presenta come un autentico kit somatico ed intellettuale per “sopravvivere” sulla scena contemporanea con corpo vigile e mente brillante. La pratica somatica ruota intorno ad un assunto esplicito: il training è un processo di osservazione e di apprendimento guidato che tenta di affinare il metodo di ricerca del mover. Il laboratorio è dedicato a chi ha posto al centro della propria ricerca l’allenamento del pensiero, del corpo e dell’utopia: le classi sono perciò aperte a tutti i performer poiché il metodo di lavoro si deposita su più strati, nell’ambizione di mettere il mover in condizione di estrinsecare le proprie abilità, affidando al singolo compiti adeguati e misurati. Il processo nel tempo desidera proteggere la prensilità del pensiero, trasformare i dati dell’esperienza e creare nuove acquisizioni sfibrate dell’inessenziale.

Danzatrice, coach e didatta, Marta Ciappina si forma principalmente a New York al Trisha Brown Studio e al Movement Research. Come danzatrice affianca, tra gli altri, John Jasperse Company (New York), Luis Lara Malvacias (New York), Gabriella Maiorino (Amsterdam), Ariella Vidach – AiEP (Milano), Motus (Parigi), Daniele Albanese_Compagnia Stalk (Parma), Compagnia Daniele Ninarello (Torino).
Dal 2013 collabora con la compagnia MK, gruppo di punta della scena contemporanea, guidato da Michele Di Stefano , Leone d’Argento alla Biennale Danza di Venezia del 2014.
Nel 2015 inizia la collaborazione con Alessandro Sciarroni , Leone d’oro alla Biennale Danza di Venezia del 2019, per il progetto “Turning_symphony of sorrowful song”, performance site specific presentata al MAXXI di Roma.
Nel 2016 affianca Sciarroni in qualità di assistente per “Turning_motion sickness version”, spettacolo commissionato dall’Opéra de Lyon.
Contemporaneamente lavora con la compagnia svizzera Cie Tiziana Arnaboldi ed apre la collaborazione con Chiara Bersani per i progetti “Goodnight, peeping Tom” e “The Olympic Games”, produzione K3 Tanzplan Hamburg, creata in sinergia con Marco D’Agostin.
Nel marzo 2018 entra, con ruolo di interprete, nel cast di “Augusto”, creazione di Alessandro Sciarroni, première nel settembre 2018 alla Biennale della Danza di Lione. Nello stesso anno debutta “Turning _For Marta”, presentato in prima assoluta nella sala allestita da Dan Flavin a Villa Menafoglio Litta Panza di Varese, versione solista del più ampio progetto “Turning” ideato dallo stesso Sciarroni.
Nel maggio 2019 collabora come performer con il regista Carmelo Rifici per la mise en espace de “I Cenci”, spettacolo prodotto da LuganoInScena. Attualmente è interprete nelle repliche delle produzioni “Bermudas”- MK, “Augusto” – Alessandro Sciarroni, “Canto del corpo” – Cie Tiziana Arnaboldi, “Still” – Compagnia Daniele Ninarello , “Von” – Compagnia Stalk.
Come movement coach affianca gli autori Marco D’Agostin per le creazioni “Everything is ok” e “Avalanche” , Chiara Bersani per “Gentle Unicorn” e “Moby Dick”, Giorgia Nardin per “Minor Place” ed il regista Andrea Chiodi per le produzioni “I Persiani” , “La Bisbetica Domata” e “Christus Patiens”.
Come docente collabora con il Triennio Professionale di Danza Contemporanea diretto da Roberto Casarotto e con il progetto DA.RE. dance research diretto da Adriana Borriello. Per la sua ricerca didattica viene ospitata da festival e spazi performativi, tra gli altri B.Motion Festival, Carrozzerie n.o.t, Atelier delle Arti, Spazio Fattoria Vittadini, P.A.D Research, Ials, Balletto di Varese.
Come pedagoga indipendente pianifica annualmente un fitto programma di training e workshop per danzatori ed attori. In autunno avrà inizio la collaborazione con la Scuola Luca Ronconi del Piccolo Teatro di Milano Teatro d’Europa diretta da Carmelo Rifici.

twitter