PROSSIMO SPETTACOLO:

Giornata Nazionale Parkinson 2019: workshop con Marigia Maggipinto

domenica 24 novembre 2019

VISUALIZZA
alice disambientata

ALICE DISAMBIENTATA
Ilaria Dalle Donne

Dopo l’anteprima dello scorso anno Ilaria Dalle Donne porta a compimento il suo primo lavoro costruito su una drammaturgia sincopata, rinunciando al testo in favore di un vocabolario fisico che trae ispirazione dal linguaggio della boxe. Quando il bianconiglio esce dalla tana Alice disegna il suo Ring, e si prepara ad affrontare l’ultimo corpo a corpo per mettere in gioco la sua vita!

PRIMA NAZIONALE
COPRODUZIONE

INFORMAZIONI

map

ALICE DISAMBIENTATA
Ilaria Dalle Donne

26.08.2014

CSC Garage Nardini
Bassano del Grappa

Biglietteria Operaestate Via Vendramini 35 tel. 0424 524214 – 0424 519811 www.operaestate.it

PRENOTAZIONE CONSIGLIATA

ORE 22.30
INGRESSO € 5,00

CI SARO'

Print Friendly
SCARICA EVENTO

EVENTI CORRELATI

related
Teatro
27.08.2014
+

FOR EVER

ALICE DISAMBIENTATA from ILARIA DALLE DONNE on Vimeo.

Dopo l’anteprima dello scorso anno Ilaria Dalle Donne porta a compimento il suo primo lavoro costruito su una drammaturgia sincopata, rinunciando al testo in favore di un vocabolario fisico che trae ispirazione dal linguaggio della boxe. Alice non può sopravvivere. Lei può solo vivere perché la sensazione di morire è sempre presente. Per questo disegna il suo Ring e si prepara ad affrontare l’ultimo corpo a corpo per mettere in gioco la sua vita!

“Il mio progetto nasce dalla voglia di portarmi in scena con un nome altro. In sintonia con la mia storia professionale e privata ho scelto Alice. […] Alice cade nella tana del coniglio, lei lo stava rincorrendo scappata dalla realtà che troppo la annoiava. Si trova ad affrontare esseri animali che assomigliano a mostri, si lascia trasportare, diventa piccola, poi grande, viene condannata, non riesce a trovare la via di casa. Chiede ma le risposte che riceve sono strane e poco comprensibili: sono enigmi, simboli simili al sogno. E dal sogno prendo ispirazione. Non mi interessa l’aspetto onirico, le immagini aeree che di solito nascono. Mi interessa come il sogno comunica. La parte primitiva del linguaggio. L’esempio che faccio per spiegare questo concetto è ricordare quanto difficile è descrivere un sogno fatto durante la notte. Le sensazioni sentite non sono ripetibili con le parole. Mi interessa quel linguaggio che passa sotto pelle. Mi interessa parlare impedendomi di usare la parola che la società usa. Mi interessa il ritorno alle origini… per questo nello spettacolo ho scelto una forma legata allo sport, all’arte nobile e primitiva della boxe”.
Ilaria Dalle Donne

di e con Ilaria Dalle Donne
supporto tecnico Riccardo Signori
con la collaborazione di Plastikart
foto Giancarlo Ceccon

Fnalista al Premio Scenario 2013

si ringrazia per l’ospitalita’ e la residenza
Anagoor
Teatro Magro
Interzona

produzione ilaria dalle donne co-produzione Operaestate

 

 

 

twitter