PROSSIMO SPETTACOLO:

LA CENERENTOLA, OSSIA LA BONTÀ IN TRIONFO

domenica 7 ottobre 2018

VISUALIZZA
Arabesque Dance Makers

ANDREA COSTANZO MARTINI / DANCE MAKERS
168^ residenza coreografica

Dal 15 al 25 giugno saranno in residenza negli spazi del CSC Garage Nardini il coreografo Andrea Costanzo Martini e il collettivo Dance Makers, per proseguire la propria ricerca coreografica.
Non è previsto uno sharing.

INFORMAZIONI

map

ANDREA COSTANZO MARTINI / DANCE MAKERS
168^ residenza coreografica

15.06.2018

CSC Garage Nardini
Bassano del Grappa

ORE -
INGRESSO -

CI SARO'

Print Friendly
SCARICA EVENTO

EVENTI CORRELATI

related
Teatro
11.07.2018
+

ABYSSES

ARABESQUE D’EMERGENZA
Coreografia: Andrea Costanzo Martini
Dance Makers: Anna Altobello, Anna Bragagnolo, Beatrice Bresolin, Ilaria Campagnolo, Marina Donatone, Giovanna Garzotto, Siro Guglielmi, Michela Lorenzano, Ana Luisa Novais, Andrea Rampazzo, Andrea Rizzo, Silvia Sessi.

zuki
taki
muki
ma’aakka
rika
HEY

La ricerca prende il via da una serie di domande: Se un individuo da solo rischia di perdersi, può il gruppo aiutarlo a perseguire le proprie ambizioni e sostenere il suo percorso personale?
Quali risorse sono necessarie? Che tipo di relazione nasce nella differenza? Chi decide cosa?

Le dinamiche di potere in un gruppo emergono di necessità e possono essere accolte, indagate e utilizzate a favore delle consegne coreografiche; così come un’ esperienza fisica, reale, condivisa in uno stesso spazio, offre la possibilità di costruire un vocabolario comune. A partire da sonorità pre-verbali e movimenti istintivi comincia la costruzione di un linguaggio articolato con le sue regole e complessità, che porta con sé sensazioni e quindi senso.

Nel giugno del 2017, durante Operaestate – Festival Veneto, all’interno di un progetto condotto dal CSC di Bassano del Grappa, i Dance Makers incontrano il coreografo Andrea Costanzo Martini per una serie di lezioni di Gaga Technique.
Dopo questa prima sessione è emerso il desiderio, sia da parte dei danzatori che del coreografo, di approfondire la ricerca cominciata, provando ad inscriverla in un contesto performativo. Si è raggiunta l’idea di una tribù di individui, ognuno con le proprie qualità e beni da offrire a servizio della comunità di cui si trova a far parte. Un collettivo di danzatori, animato dall’istinto di sopravvivenza nella giungla della danza contemporanea.

twitter