PROSSIMO SPETTACOLO:

IL FLAUTO MAGICO

domenica 9 ottobre 2016

VISUALIZZA
boy oh boy

BOY OH BOY
Connor Schumacher

PRIMA NAZIONALE
Un tentativo concreto per combattere gli stereotipi di genere.

INFORMAZIONI

map

BOY OH BOY
Connor Schumacher

24.08.2014

CSC Garage Nardini
Bassano del Grappa

Biglietteria Operaestate Via Vendramini 35 tel. 0424 524214 – 0424 519811 www.operaestate.it

PRENOTAZIONE CONSIGLIATA

ORE 21.20
INGRESSO € 5,00

CI SARO'

Print Friendly
SCARICA EVENTO

EVENTI CORRELATI

related
Danza
22.08.2014
+

SOUS MA PEAU

Evento promosso da:

>clicca per visualizzare gli sponsor<

Un solo autobiografico, ideato da un artista gay, proveniente dalla provincia americana più fortemente religiosa e conservatrice, che ha scelto la liberale Olanda come patria di adozione. Connor entra in scena con i suoi vestiti normali poi si cambia e indossa l’abito giusto per quello che lo aspetta. Deve leggere. Il testo è un ipotetico discorso fatto da un uomo in un seminario su com’è realmente un omosessuale e su come i cristiani dovrebbero considerarlo. Terminata la lettura si infila un paio di short da ginnastica e si esibisce con una perfetta verticale mentre la sua voce registrata racconta la storia di quella volta che a causa di un incidente era finito in ospedale. L’episodio ha per lui un valore fondamentale perché è stato la causa scatenante per decidere di realizzare questo lavoro. Un’opera fondata sul bisogno di essere onesti fino in fondo con se stessi e con gli altri. Una riflessione su ciò che è veramente importante condividere, su ciò che vale la pena esibire in scena. Un tentativo concreto per combattere gli stereotipi di genere con intelligenza e ironia, presentandosi semplicemente per come si è, senza le maschere o i filtri che a volte la società ci impone.

coreografia e danza: Connor Schumacher
foto: Luis Alonzo Rios Zertuche
musica originale “Understanding Male Homosexuality” recording of the Love One Out from Focus on the Family Ministry, USA– Edited by Connor Schumacher

produzione Dansateliers Boy oh Boy was created for the One Night’s Dance program for Dansateliers in Rotterdam.

It is an autobiographic solo. I had to attend one of those Christian seminars and I made this solo as a way to look at how a person can harm themselves by trying to stand ‘in a good form’. Secondly it was a study to see how honest you can be in a performance and it still be worth performing. There is a speech from a man at a Christian seminar about what a homosexual man is like and how Christians should view them.

twitter