PROSSIMO SPETTACOLO:

LA CENERENTOLA, OSSIA LA BONTÀ IN TRIONFO

domenica 7 ottobre 2018

VISUALIZZA
Emmanuel Jouthe © Maryse Boulanger

EMMANUEL JOUTHE
173^ residenza artistica

Emmanuel Jouthe sarà in residenza artistica con i suoi collaboratori dall'1 al 14 ottobre, per proseguire la ricerca intitolata "VEGA", negli spazi del CSC Garage Nardini. In programma una serie di incontri con la città e uno sharing gratuito il 13 ottobre alle ore 21.

INFORMAZIONI

map

EMMANUEL JOUTHE
173^ residenza artistica

13.10.2018

CSC Garage Nardini
Bassano del Grappa

ORE 21.00
INGRESSO LIBERO

CI SARO'

Print Friendly
SCARICA EVENTO

EVENTI CORRELATI

related
Danza
01.10.2018
+

DANIELE NINARELLO

Emmanuel Jouthe sarà in residenza artistica con i suoi collaboratori dall’1 al 14 ottobre, per proseguire la ricerca intitolata “VEGA”, negli spazi del CSC Garage Nardini. In occasione della residenza, in programma anche una serie di incontri per lavorare insieme ai cittadini bassanesi per sperimentare insieme la teatralità del nuovo lavoro in costruzione.
Durante la residenza negli spazi del CSC, il focus della ricerca VEGA sarà sui temi della dualità/dualismo e dell’alterità, esplorati anche attraverso atelier pratici.

Diplomatosi presso l’Université du Québec a Montréal, Emmanuel Jouthe è cofondatore della compagnia di danza Danse Carpe Diem, per cui è coreografo e interprete. Dopo quattro anni come co-direttore artistico insieme a sei coroegrafi/interpreti, Emmanuel Jouthé diviene nel 1999 l’unico direttore artistico di Danse Carpe Diem/Emmanuel Jouthe.
Il suo vocabolario coreografico unico, che incrocia la viva energia con l’intensità drammatica, si è fatto rapidamente notare a livello nazionale e internazionale, portandolo a iniziare numerose collaborazioni e, nel corso degli ultimi dieci anni, a realizzare più di quindici lavori che hanno alimentato il repertorio della compagnia.
Costantemente alla ricerca di nuovi stimoli, non esita a collaborare con altri coreografi e artisti, cercando nuovi modi di esplorare nuovi territori scenici (con creazioni in loco) e le relazioni di vicinanza tra lo spettatore e la danza, come in ÉCOUTE POUR VOIR (2008), SUITES PERMÉABLES (2015) et CHAIRS MINIATURES.

Logo Quebec

twitter