PROSSIMO SPETTACOLO:

Giornata Nazionale Parkinson 2019: workshop con Marigia Maggipinto

domenica 24 novembre 2019

VISUALIZZA
thumbnail

FRATTO X
Antonio Rezza e Flavia Mastrella

Un attore e autore unico, che ha fatto dell’arte del riso una girandola continua, furiosa e irriverente, astratta e rivoluzionaria, in una parola geniale!

INFORMAZIONI

map

FRATTO X
Antonio Rezza e Flavia Mastrella

14.07.2013

Teatro al Castello "Tito Gobbi"
Bassano del Grappa

Acquista su Vivaticket oppure in biglietteria Operaestate Via Vendramini 35 tel. 0424 524214 – 0424 519811

In caso di maltempo: Teatro Remondini (via SS. Trinità – Bassano)

ORE 21.20
INGRESSO € 10,00

CI SARO'

Print Friendly
SCARICA EVENTO

EVENTI CORRELATI

related
Teatro
13.07.2013
+

IL VIAGGIO (tutto nasce dalla terra e tutto alla terra ritorna)

Teatro
27.08.2013
+

HEAVEnEVER

“Qualcuno poteva forse pensare che, col trascorrere degli anni, il fenomeno Antonio Rezza-Flavia Mastrella fosse destinato a trovare un po’ di pace, se non il senso della ragione; e invece questa ragione ha sviluppato i suoi artigli fino a raggiungere la follia pura […]”. (Franco Quadri)

“Il nuovo lavoro teatrale di Antonio Rezza e Flavia Mastrella prende le mosse da una profonda riflessione sull’umano, frazionato, frammentato, scomposto. Una serie di quadri, angolature diverse della stessa visione, come mai prima d’ora, si sommano in uno spettacolo unitario e coerente, indiscutibilmente riuscito nella sua complessità. Due “fasci di luce” (una coppia di teli fissati alle estremità del palco) offrono l’habitat, anch’esso doppio e speculare, in cui si muove la maschera-non-maschera di Rezza. Se in passato i suoi personaggi venivano incorniciati dai tagli delle sculture di scena (concetti spaziali, dunque, paradossalmente, negazioni della cornice), delineando, così, i confini
delle sue maschere a volto scoperto, questa volta lo spazio, l’universo, si piega e si ripiega al volere del corpo dell’attore, e così, a sua volta, lo avvolge in una moltitudine di dimensioni sovrapposte e parallele. […]”. (Luca Iavarone)

“[…] Durante lo spettacolo […] penso che voglio andar via, perché sto male dalle risa. E non mi era mai successo. Rezza è come la peste, Artaud sarebbe orgoglioso di lui. […] Ciò che succede in teatro con Rezza/Mastrella è devastante, debordante; investe e spazza via tutte le parole che si possano
scrivere per descriverlo o commentarlo”. (Simone Pacini)

con
Antonio Rezza
e con
Ivan Bellavista
(mai) scritto da
Antonio Rezza
habitat di
Flavia Mastrella
assistente alla creazione
Massimo Camilli
disegno luci
Mattia Vigo
organizzazione generale
Stefania Saltarelli
produzione
TSI La Fabbrica dell’Attore
Fondazione Teatro Piemonte Europa

twitter