PROSSIMO SPETTACOLO:

SINDRI RUNUDDE

lunedì 14 ottobre 2019

VISUALIZZA
2015-05-07 10.44.49

IN ONORE DI CANOVA
I Solisti Veneti

Uno speciale concerto de I Solisti Veneti apre le celebrazioni per il 200^ anniversario della costruzione del Tempio di Canova. Con musiche di Vivaldi, Corelli, Marcello, Bach e Boccherini.

INFORMAZIONI

map

IN ONORE DI CANOVA
I Solisti Veneti

11.07.2019

Tempio Canoviano
Possagno

Acquista su Vivaticket

ORE 21.00
INGRESSO intero € 15 ridotto € 12

CI SARO'

Print Friendly
SCARICA EVENTO

EVENTI CORRELATI

related
Musica
13.07.2019
+

TERRE GRAFFIATE JAZZ

Luigi Boccherini “Stabat Mater” – Ouverture

Arcangelo Corelli Concerto da Chiesa in re magg. op. 6 n. 1

Alessandro Marcello Concerto in do minore per oboe e archi
Paolo Grazia oboe

Antonio Vivaldi Concerto in do maggiore RV 581 “per la Santissima Assunzione di Maria Vergine”
Chiara Parrini violino

Johann Sebastian Bach “Ich steh’ mit einem Fuss im Grabe” BWV 156
Paolo Grazia oboe

Concerto in re minore BWV 1060
Francesco Comisso violino
Paolo Grazia oboe

Antonio Vivaldi Concerto in re maggiore RV 212 “per la S. S. Solennità della Lingua di Sant’Antonio in Padova”
Lucio Degani violino

 

Una specialissima Festa canoviana inaugura l’apertura delle celebrazioni in onore del celebre scultore di Possagno che si estenderanno dal 11 luglio 2019 (200^ anniversario della posa della prima pietra del Tempio), al 12 ottobre 2022 (200^ anniversario della morte di Canova).
Gli enti canoviani: Opera del Tempio, Fondazione Canova e Comune di Possagno, propongono per l’occasione uno speciale Concerto in Tempio con I Solisti Veneti.
Un omaggio anche al Maestro Claudio Scimone che con i suoi “Solisti” è stato più volte qui applaudito. La serata presenterà alcune eccezionali pagine musicali, scelte soprattutto fra quelle che Canova maggiormente ammirava, a partire dall’ouverture dello Stabat Mater di Luigi Boccherini che s’impone per la freschezza e l’armoniosa scorrevolezza. Al Concerto in re maggiore op.6 n.1 di Corelli, fra le sue opere più solenni e che meglio esprimono il concetto di sublime; il Concerto per oboe e archi di Alessandro Marcello, la sua opera forse più celebre, emozionante e toccante e per questo utilizzata come colonna sonora di molti film.
Non poteva mancare Vivaldi in un concerto dei Solisti Veneti, qui con il grandioso Concerto in do maggiore RV 581 con il violino solista in continui interventi virtuosistici, così come nel Concerto in re maggiore RV 212. Per finire con Bach e il celebre Concerto in re minore BWV 1060 per violino, oboe e archi, dal clima vitale, energico e fantasioso.

 

twitter