PROSSIMO SPETTACOLO:

Giornata Nazionale Parkinson 2019: workshop con Marigia Maggipinto

domenica 24 novembre 2019

VISUALIZZA
Oleg-Vereshchagin

ENSEMBLE VIVALDI de “I SOLISTI VENETI”
La fisarmonica di Oleg Vereshchagin

L’Ensemble Vivaldi de “I Solisti Veneti” con la partecipazione dell’ineguagliabile fisarmonicista russo Oleg Vereshchagin, in un suggestivo percorso  musicale che si snoda dal più brillante settecento fino al tango di Astor Piazzolla.

INFORMAZIONI

map

ENSEMBLE VIVALDI de “I SOLISTI VENETI”
La fisarmonica di Oleg Vereshchagin

09.08.2013

Teatro al Castello "Tito Gobbi"
Bassano del Grappa

Acquista su Vivaticket oppure presso la biglietteria di Operaestate a Bassano Via Vendramini 35 tel. 0424 524214
In caso di maltempo: Teatro Remondini

ORE 21.00
INGRESSO € 10,00

CI SARO'

Print Friendly
SCARICA EVENTO

EVENTI CORRELATI

related
Musica
11.08.2013
+

INTORNO ALLA PIETA' DI TIZIANO

Musica
08.11.2013
+

RIGOLETTO di Giuseppe Verdi

L’Ensemble Vivaldi de “I Solisti Veneti” con la partecipazione del- l’ineguagliabile fisarmonicista russo Oleg Vereshchagin, in un suggestivo percorso musicale che si snoda dal più brillante settecento fino al tango di Astor Piazzolla. Sarà una bella scoperta la fisarmonica russa, il bayan, di cui Oleg Vereshchagin è l’interprete incontrastato, dotato di un virtuosismo stupefacente. Suona la fisarmonica Jupiter, costruita appositamente per lui nell’omonima fabbrica di Mosca, celebre per le antiche tradizioni artigianali che conferiscono allo strumento il particolare suono russo.

Oleg Vereshchagin è nato a Saransk, in Russia. Inizia giovanissimo lo studio della fisarmonica presso la locale scuola musicale, diplomandosi nel 1995 a pieni voti presso il Collegio Musicale Kiriukov. In questo periodo partecipa a numerosi Concorsi nazionali, classificandosi sempre in eccellenti posizioni, e successivamente supera l’esame di ammissione all’Accademia Gnessin di Mosca, dove si laurea nel 2002. Nell’ambito della collaborazione culturale e scientifica tra Italia e Russia viene scelto per proseguire i suoi studi musicali prima a Bari e poi a Milano. Tra i più importanti riconoscimenti: il concorso Euterpe, il concorso A. Corelli, il Bizzarri e i prestigiosi Premi “Gazzelloni di Udine”, “Città di Brindisi”e “Luigi Nono”. Sono sue alcune trascrizioni per fisarmonica di brani della musica organistica, pianistica, orchestrale, tra cui “Le Quattro stagioni” di Vivaldi. Numerose anche le registrazioni per emittenti radiotelevisive in Russia e in Italia. In qualità di solista ha suonato in importanti rassegne e festival.

programma
DALLA FOLLIA AL TANGO

Antonio Vivaldi (1678 – 1741)
Sonata in re minore op. 1 n. 12 “La Follia”

Georg Friederich Haendel (1685 – 1759)
Concerto in sol minore op. 4 n. 1

Tomaso Albinoni (1671 – 1750)
Adagio in sol minore

Domenico Cimarosa (1749 – 1801)
Dal Concerto in do minore per oboe e archi

Wolfgang Amadeus Mozart (1756 – 1791)
Variazioni su “Ah, vous dirai-je, maman” K 265

Giovanni Bottesini (1821 – 1889)
Fantasia su “La Sonnambula” di Bellini

Antonino Pasculli (1842 – 1924)
“Simpatici ricordi della Traviata”

Jacob Gade (1879 – 1963)
“Tango Jalousie”

Astor Piazzolla (1921 – 1992)
“Libertango”

twitter