PROSSIMO SPETTACOLO:

ANTIGONE / RINVIATO A DATA DA DESTINARSI

martedì 10 marzo 2020

VISUALIZZA
Lorenzo de Angelis Legend Dance and Dramaturgy 2020 - ridotto

LORENZO DE ANGELIS
225^ residenza artistica

In residenza artistica dal 22 giugno al 3 luglio, il danzatore e coreografo Lorenzo de Angelis prosegue la propria ricerca intitolata "Legend". La residenza è parte del progetto "Dance & Dramaturgy".

INFORMAZIONI

map

LORENZO DE ANGELIS
225^ residenza artistica

03.07.2020

CSC Garage Nardini
Bassano del Grappa

ORE --
INGRESSO --

CI SARO'

Print Friendly
SCARICA EVENTO

EVENTI CORRELATI

related
Danza
27.03.2020
+

ROBERTA RACIS - "Frastuono" (RESIDENZA RINVIATA)

Residenza parte del progetto Dance & Dramaturgy

La ricerca di Lorenzo de Angelis a Bassano ruota attorno alla parola “Legend” e ai suoi significati: in inglese, infatti, legend può essere un racconto che unisce la storia e la mitologia; può essere una persona che diventa un personaggio popolare, che incarna fantasie e paure; ma può essere anche una “legenda”, cioè note a margine di una mappa o di un diagramma che ne facilitino la comprensione.
A partire da questo triplice significato nasce l’esigenza di costruire un assolo che indaghi la lentezza (tipica di pratiche fisiche come l’adagio nel balletto, il tai chi o esercizi posturali), e che dia il tempo a chi lo pratica e a chi guarda di fare un’esperienza intensa e con un livello di attenzione che si fa via via più profondo. A quel punto, il solo si aprirà alla costruzione di una legenda, attraverso la quale spettatori, artisti e lo stesso Lorenzo possano rimodellare la creazione e riappropiarsene.
Proprio come nelle leggende e nelle legende, la storia originale si perde e si contamina dei ricami di chi la ascolta e la ri-racconta, o di chi decide come e cosa interpretare. La ricerca indaga quindi anche altre tematiche, come l’idea di soggettività e di appropriazione, ma anche di proprietà e responsabilità artistica e di memoria.

Lorenzo de Angelis, danzatore belga, inizia i suoi studi professionali di danza nel 2004 al CDC di Tolosa, e successivamente al CNDC di Angers, sotto la direzione di Emmanuelle Huynh. Dopo il diploma, ha lavorato come danzatore in produzioni firmate da coreografi importanti come – tra gli altri – Pascal Rambert, Alain Buffard, Youn Soon Cho Jacquet, Yves-Noel Genod, Fabrice Lambert, Vincent Thomasset, Marlene Monteiro Freitas. Parallelamente alla sua attività come interprete, sviluppa anche progetti creativi personali, tra cui una serie di installazioni artistiche e performance. Il suo primo progetto, Haltérophile, del 2016 è un mix tra un one man show e una danza metafisica; cui seguirà nel 2017 De la force exercée ispirato al bodybuilding. Nel 2018 ha presentato i lavori A’ l’effigie e Personne, nel 2019 Playlist in collaborazione con Wagner Schwartz.

twitter