PROSSIMO SPETTACOLO:

LA CENERENTOLA, OSSIA LA BONTÀ IN TRIONFO

domenica 7 ottobre 2018

VISUALIZZA
4

L’UOMO CHE PIANTAVA GLI ALBERI
Molino Rosenkranz

Sulla sommità del Monte Corgnon, verrà narrato tra teatro e musica, il celebre racconto di Jean Giono.
regia e narrazione Roberto Pagura
accompagnamento musicale al clarinetto e flauti Lorenzo Marcolina
accompagnamento musicale alla viola e violino Michele Sgotti
produzione Molino Rosenkranz

INFORMAZIONI

map

L’UOMO CHE PIANTAVA GLI ALBERI
Molino Rosenkranz

17.08.2018

Ecosentiero del Monte Corgnon
Lusiana

Biglietteria Operaestate Via Vendramini 35, Bassano del Grappa tel. 0424 524214 – 0424 519811 (chiusa da dicembre a maggio)
Ufficio Informazioni Operaestate 0424 519819

ORE 17.00
INGRESSO Unico €10.00 PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA

CI SARO'

Print Friendly
SCARICA EVENTO

EVENTI CORRELATI

related
Teatro
19.08.2018
+

IL CALZOLAIO DI ULISSE - Oratorio

Partenza da Piazza IV Novembre
Dei comuni dell’Altopiano, Lusiana è quello più a valle: affacciato sulla pianura, gode di una posizione privilegiata da cui si ammirano viste mozzafiato e dove si alternano boschi e pascoli. Teso alla valorizzazione del patrimonio naturalistico, architettonico e storico di Lusiana. è il Museo Diffuso , di cui fa parte l’ecosentiero del Monte Corgnon. Partendo dal centro cittadino, un suggestivo percorso ad anello si inoltra nei boschi e attraversa le radure, una passeggiata alla scoperta di una natura di rara bellezza. Sulla sommità del Monte, un sito archeologico testimonia la presenza dell’uomo sia dall’età del Paleolitico e con le tecniche dell’archeologia contemporanea, è stato ricostruito un villaggio preistorico, a testimonianza delle ricchezze non solo naturalistiche di questo territorio. Qui si respira un’atmosfera irreale, sospesa nel tempo ma immersa nella natura: un’ambientazione perfetta per la lettura scenica di Molino Rosenkranz. Grazie a un sapiente e fondamentale equilibrio tra parola e musica, scansioni ritmiche e melodie folk, il pubblico verrà trasportato nel celebre racconto di Jean Giono: la storia di un pastore che trascorre gli ultimi anni della sua vita a piantare cento alberi al giorno in un terreno non suo, che sta morendo per la mancanza di verde. Un racconto poetico che, come questi luoghi, ristabilisce la pace tra uomo e ambiente; una moderna storia collettiva per dimostrare che, “se vogliono, gli uomini possono essere efficaci quanto Dio, non solo nel distruggere”.

twitter