PROSSIMO SPETTACOLO:

CANTO DEGLI ESCLUSI concerto a 2 per Alda Merini

venerdì 18 agosto 2017

VISUALIZZA
Sivan Rubinstein_Maps_ph_Paul Saeby

MAPS – THE THEATER OF THE WORLD
Sivan Rubinstein

“Maps” è una coreografia che porta in scena una cartina del mondo in continuo cambiamento. Un’immagine mobile e un ritratto di quanto la globalizzazione e la libertà di informazione abbiano ampliato la nostra idea di confine. Tre danzatori e un musicista trasformano questa mappa ideale in una sorta di groove continuo, ritmico e culturalmente eterogeneo, creando un mantra contemporaneo che avvolge lo spettatore.

INFORMAZIONI

map

MAPS – THE THEATER OF THE WORLD
Sivan Rubinstein

22.08.2017

CSC Garage Nardini
Bassano del Grappa

Biglietteria Operaestate
Via Vendramini 35
tel. 0424 524214 – 0424 519811

ORE 22.30
INGRESSO €5.00

CI SARO'

Print Friendly
SCARICA EVENTO

EVENTI CORRELATI

related
Danza
27.08.2017
+

STABAT MATER - Pablo Leyton/Dance Well

Regia e coreografia Sivan Rubinstein
Danzatori Seke Chimutengwende, Harriet Parker-Beldeau, Masako Matsushita
Musica Liran Donin
Producer Tal Weinstein
Disegno Luci e Manager di Produzione Berta Pibernat Trias
Assistenti alla ricerca Dr. Sarah Fine, Yehuda Rubinstein

Ogni mappa è un fotogramma di un tempo, un’interpretazione fissa del mondo, incapace di catturare il movimento delle persone, dei luoghi, della politica. “Maps” è una coreografia che porta in scena una mappa del mondo in costante cambiamento, un’immagine mobile e un ritratto di come la globalizzazione e la libertà di informazione abbiano ampliato la nostra idea di confine. Tre danzatori e un musicista trasformano questa mappa ideale in un groove continuo, ritmato, culturalmente eterogeneo. La struttura della coreografia è mutuata dalla pratica dei Mandala, che ci insegna a esplorare all’interno del nostro spazio fisico un intero universo sacro, basato su un centro, piuttosto che sui confini; da questo collegamento spirituale con l’universo nasce l’idea di utilizzare il sale in scena, come immagine di uno stretto legame con la terra, pur nell’assoluta mobilità. Creato in collaborazione con artisti visivi e ricercatori accademici, “Maps” riflette l’interesse della coreografa su temi di stretta attualità, nati da esperienze personali di movimento, e dalla riflessione condotta con i ricercatori del King’s College riguardo le odierne teorie delle migrazioni.

 

All maps are a snapshot in time, a fixed interpretation of our world, unable to capture the ebb and flow of people, places and politics. ‘MAPS’ is a dance piece considering the world map through its constantly changing nature, as a moveable image and a portrait of how globalisation and freedom of information have broken our understanding of borders. Three dancers and a live musician bring the world map to life in a continuous, culturally mixed, rhythmic groove. Choreographed in collaboration with academic researchers and visual artists, ‘MAPS’ is Israeli choreographer, Sivan Rubenstein’s, arresting new work.

 

Pivot Dance - M

twitter