PROSSIMO SPETTACOLO:

Giornata Nazionale Parkinson 2019: workshop con Marigia Maggipinto

domenica 24 novembre 2019

VISUALIZZA
pli

PLI
Viktor Černický (Repubblica Ceca)

Prima nazionale - coproduzione del festival
PLI è un nuovo progetto di Viktor Černický al confine tra installazione, performance, danza e circo, in cui un singolo attore si immerge completamente in una ricostruzione schizofrenica del mondo.

INFORMAZIONI

map

PLI
Viktor Černický (Repubblica Ceca)

29.08.2019

CSC Garage Nardini
Bassano del Grappa

ORE 19.00
INGRESSO € 5

CI SARO'

Print Friendly
SCARICA EVENTO

EVENTI CORRELATI

related
Teatro
29.08.2019
+

SELEZIONE PREMIO SCENARIO 2019

ideazione, coreografia, interpretazione Viktor Cernický
drammaturgia Lukáš Karásek
disegno luci Zuzana Režná
tecnica Drahomír Stulír
co-produzione PONEC – Venue for Dance
In collaborazione con Ponec – Venue for Dance (CZ), BuranTeatr Brno (CZ), CNK Záhrada Banská Bystrica (SK), Théâtre De L’arsenal Val-de-Reuil (FR), CIRQUEON Praha (CZ), Alfréd ve dvoře Theatre (CZ), Studio Alta and Festival Bazaar (CZ), Pôtoň Theatre (SK), Festival Kiosk (SK), Operaestate Bassano del Grappa (IT)
con il supporto del Ministero della Cultura della Repubblica Ceca, Città di Brno.

Prima Nazionale – Coproduzione del Festival

PLI è un nuovo progetto al confine tra danza, circo e performance di Viktor Černický. In questa riflessione fisica sulla filosofia di Leibniz, un performer solo in scena si getta a capofitto in una ricostruzione schizofrenica dell’Universo. Una ricostruzione impegnativa, qui resa più difficile da uno spazio limitato e con 22 poltrone a disposizione. Un disegno, quello dell’Universo, fatto di linee e di pieghe. Forse, più che un disegno, un vero viaggio nelle pieghe dell’universo, fatto di un minimalismo che evita volontariamente la solidità barocca tipica del periodo di Leibniz, uno degli
autori che hanno ispirato la performance. Come dice lo stesso Černický: “Il mio interesse per le pieghe delle cose è emerso durante la lettura della trilogia magico-realistica de I nostri antenati di Italo Calvino, ed è cresciuta con la lettura dell’entusiasmante trattato filosofico La piega – Leibniz e il barocco di Gilles Deleuze, in cui l’autore descrive l’epoca barocca dal punto di vista di Leibniz” .
Nato in Slovacchia, ma attualmente attivo in Repubblica Ceca, Viktor Černický è un artista multidisciplinare che nelle sue creazioni esplora il sottile confine tra danza, teatro fisico, clownerie  contemporanea e circo. I suoi lavori sono spesso costruiti sull’indagine della relazione tra un essere
umano, l’ambiente e gli oggetti che lo circondano, e spesso si sviluppano in diverse forme artistiche.

 

twitter