PROSSIMO SPETTACOLO:

Giornata Nazionale Parkinson 2019: workshop con Marigia Maggipinto

domenica 24 novembre 2019

VISUALIZZA
Riccardo Guratti_Forest

RICCARDO GURATTI
211^ residenza coreografica

Il coreografo Riccardo Guratti, in residenza dal 16 al 28 novembre al CSC Garage Nardini, prosegue la propria ricerca intitolata "Forest", tra simbologie del corpo e mitologia. Non è previsto sharing.

INFORMAZIONI

map

RICCARDO GURATTI
211^ residenza coreografica

28.11.2019

CSC Garage Nardini
Bassano del Grappa

ORE --
INGRESSO LIBERO

CI SARO'

Print Friendly
SCARICA EVENTO

EVENTI CORRELATI

related
Danza
14.10.2019
+

SINDRI RUNUDDE

“Forest” è una nuova ricerca che parte dall’interesse verso il corpo, simbolico e mitologico. Un corpo, cioè, che sia capace di essere produttore e ricettore allo stesso tempo: umano, ma anche vegetale e animale, e ancora batterico e fungineo.
Un piccolo ecosistema di azione e ricezione, proprio come la foresta. In essa, l’uomo è abitante biologico, ma anche alieno naturale in devozione alle forze biologiche e spirituali; è tramite e medium, è atavico e contemporaneo; è lo sciamano contemporaneo.
Si dedica al ricongiungimento con il suo luogo naturale, e per farlo deve riacquisire alcuni modelli comunicativi che ha perso e quindi ri-leggere il mondo che lo circonda, capirlo affinchè possa ricomunicare con lui. La foresta, così, diventa il luogo della ridefinizione della comunicazione, dello scambio e del tentativo di entrare in comunicazione con qualcosa di diverso da noi.

 

Coreografia: Riccardo Guratti
Performer e sviluppo materiali: Davide De Lillis, Giuseppe Vincent Giampino, Isadora Tomasi
Musiche: Isadora Tomasi e artisti vari
Progetto sviluppato con il sostegno di Vera Stasi – Tuscania e CSC Centro per la Scena Contemporanea Bassano del Grappa

Il Team:
Riccardo Guratti (IT/NL) nasce a Cori sotto l’influenza della Luna in Venere. A 10 anni, camminando nei boschi, incontra un gruppo di unicorni e decide di studiare teatro per avvicinarsi il più possibile alla bellezza e al senso di comunità. A 17 anni incontra poi una leonessa nera, e una rossa mantide religiosa ed entrambe, con la pazienza e il credo di un maestro di KungFu, lo introducono nel mondo del movimento, dandogli la possibilità di migliorare, crescere ed aprire i suoi orizzonti creativi al di là degli aspetti formali. Studia, poi, all’Accademia di Danza Nazionale di Roma, dove tra il Colosseo e le scie chimiche, decide che la danza e la coreografia erano la sua vita. Si sposta a Palermo, Berlino e Amsterdam seguendo la migrazione delle oche, approdando infine all’SNDO School for new dance development. Dal 2010 sviluppa i propri lavori, variegati nelle forme tanto quanto le persone che incontra e i luoghi che vive. Collabora con il coreografo Matej Keizar che, come Riccardo, crede che il corpo nasconda simboli segreti e ultraterreni. Dal 2016 dirige, insieme a Davide De Lillis ed Eleonora Morza, il Cala Festival perché crede fermamente che il nord, oggi più che mai, debba migrare al sud proprio come le oche. riccardoguratti.wordpress.com

Isadora Tomasi (IT/NL) si è diplomata nella scuola di arte drammatica Scène 7 a Lione nel 2011. Inoltre, ha ottenuto il diploma presso la Scuola di Mimo ad Amsterdam nel 2015. Nel 2008 ha cominciato a comporre musica, che presenta da sola o all’interno di gruppi musicali. Isadora ha composto anche per diverse performances. Ha collaborato con Giulio D’anna, Nicole Beutler, gli artisti Joana Hadjithomas and Khalil Joreige e fa parte del collettivo My Sisters’ Collected Fantasies. www.cargocollective.com/isadoratomasi

Giuseppe Vincent Giampino (IT) è nato a Roma. Dopo la scuola superiore ha frequentato diversi corsi di filosofia presso l’Università La Sapienza portando avanti, nello stesso tempo, il suo interesse per il teatro fisico e la danza. Ha studiato coreografia ad Amsterdam presso The School for New Dance Development – SNDO, imparando ad usare i mezzi coreografici per strutturare la sua pratica artistica. Ha studiato, tra gli altri, con Deborah Hay, Benoit Lachambre, Martin Spangberg, Katie Duck, Kristie Simson, Igor Dobricic, Trajal Harrell, Ria Higler, Matej Kejzar, Kenzo Kusuda, Keren Levi, Bruno Listopad, Martin Nachbar e Vincent Riebeek. Nel 2018 il suo lavoro è stato selezionato Vetrina XL.

Davide De Lillis (IT/DE) studia teatro e danza contemporanea in Italia, collabora con artisti come Alessandra Luberti e Claudio Collovà. Prosegue i suoi studi a Berlino presso K.I.M. Kosmos In Movement. Fonda i gruppi di arti performative 77 Stolen Fish e ¿Che.Ne.So?. Collabora come interprete con l’artista Tino Seghal. Consegue nel 2016 il Master in Live Art presso l’ Università di Lincoln (UK).www.davidedelillis.wordpress.com

twitter