PROSSIMO SPETTACOLO:

GIOVANNA GARZOTTO + REMO PERONATO

sabato 18 novembre 2017

VISUALIZZA
veryferici

I VERYFERICI – PREMIO SCENARIO PER USTICA 2017
Premio Scenario

Come d’abitudine il cartellone di B.motion teatro ospita l’intera Generazione Scenario 2017. Si intende così offrire al pubblico uno sguardo ancora più puntuale sulle diverse espressioni artistiche segnalate dal Premio, da sempre osservatorio privilegiato per le proposte più originali e innovative della scena nazionale under 35.

Vincitore Premio Scenario per Ustica 2017: Shebbab Met Project - I Veryferici

INFORMAZIONI

map

I VERYFERICI – PREMIO SCENARIO PER USTICA 2017
Premio Scenario

29.08.2017

Teatro Remondini
Bassano del Grappa

Biglietteria Operaestate
Via Vendramini 35
tel. 0424 524214 – 0424 519811

ORE 21.00
INGRESSO €5.00

CI SARO'

Print Friendly
SCARICA EVENTO

EVENTI CORRELATI

related
Teatro
30.08.2017
+

INTIMITA' (finalista premio scenario 2017)

Operaestae è membro dell’Associazione Scenario: un network che riunisce 31 strutture teatrali attive sul territorio nazionale allo scopo di promuovere l’omonimo premio, nato per valorizzare i nuovi linguaggi nell’ambito della ricerca, l’impegno civile e i nuovi spettatori. In occasione del trentennale le tre sezioni: Premio Scenario, Premio Scenario per Ustica e Premio Scenario infanzia si presentano per la prima volta strettamente interconnesse, condividendo le medesime fasi di selezione e valutazione, per confluire nella Generazione Scenario 2017.

Vincitore Premio Scenario per Ustica 2017: Shebbab Met Project – I Veryferici

Motivazione della Giuria:
Viene premiata la contagiosa vitalità di un gruppo che fa della propria presenza in situazioni di periferia urbana il cuore stesso dell’esposizione teatrale. Riuscendo a costruire un affresco di momenti scenici, veicolati dall’elemento musicale, di forte impatto emotivo e di straripante energia. Un teatro che vuole essere usato per “raccontarsi” e che aspira a raggiungere gli abitanti di quei mondi lontani dove la parola teatrale è del tutto sconosciuta.

Lo spettacolo:
1. Veryferici arrivano da fuori. Se non arrivassero da fuori non sarebbero Veryferici.
2. I Veryferici sono donne, Veryferiche. Sono rare, ma trasformano tutto.
3. I Veryferici sono figli del mondo che si chiude. Ma loro sanno forzare le serrature.
4. I Veryferici suonano. A volte canzoni. A volte botte. A volte i citofoni di notte.
5. I Veryferici sono i nipoti di un trickster, di una mondina, di un predone del deserto, di una strega negra.
6. I Veryferici ridono. Scappano. Bruciano. Scopano. Mangiano con le mani. Si drogano. Salvano il mondo. Muoiono giovani.
7. I Veryferici sono supereroi. O supererrori. Dipende da come si svegliano.
8. I Veryferici si lasciano raccontare solo tramite canzoni. Perché la lingua ufficiale gli sta stretta. I Veryferici si lasciano disegnare solo con la bomboletta. Loro fanno alla società quello che i graffiti fanno ai muri: li deturpano, li abbelliscono, li irritano. Il loro destino è venire cancellati.
9. I Veryferici potrebbero salvare il mondo solo se il mondo volesse essere salvato.
10. I Veryferici sono attirati dal centro. La tentazione ad entrare è forte. Il centro li attrae. Come una falena con la luce. Come andrà a finire?

La compagnia:
Shebbab Met Project è un gruppo eterogeneo di uagliun, vez, bischeri, gombodo, bòsyò, tineri, nato nell’agosto del 2016. Formatisi all’interno della compagnia Cantieri Meticci, sono accomunati dalla voglia di fare del teatro il loro mestiere. Sviluppano un metodo di drammaturgia e di regia collettivi. Fatta di griglie. Di parole chiave. Di esperimenti. La drammaturgia nasce dalle vite dei componenti. Organizzati in canzoni e in abbozzi di canzoni, in tentativi di canzoni. Perché è un modo semplice. Alla portata. La regia nasce dai mondi di danza. Delle improvvisazioni. Praticate nei contesti culturali di provenienza dei membri.

twitter