PROSSIMO SPETTACOLO:

Giornata Nazionale Parkinson 2019: workshop con Marigia Maggipinto

domenica 24 novembre 2019

VISUALIZZA
milenakoulas

SHE WHO STAYS
Milena Ugren Koulas

Un’originale coreografa cipriota che si è affermata sulla scena internazionale grazie ad uno stile secco e potente.

INFORMAZIONI

map

SHE WHO STAYS
Milena Ugren Koulas

23.08.2013

Teatro Remondini
Bassano del Grappa

Biglietteria Operaestate Via Vendramini 35 tel. 0424 524214 – 0424 519811 www.operaestate.it

ORE 21.30
INGRESSO € 5,00

CI SARO'

Print Friendly
SCARICA EVENTO

EVENTI CORRELATI

related
Danza
23.08.2013
+

HASTA DONDE?

Danza
13.08.2013
+

CIE MARIE CHOUINARD

“She Who Stays” è la prima parte di una ricerca ispirata a donne che dovevano diventare uomini. Le vergini giurate sono donne che fanno voto di castità e indossano abiti maschili per vivere come uomini nella società patriarcale occidentale dei Balcani. La tradizione delle vergini giurate così com’è si è sviluppata a partire dal “Kanun”, antico codice consuetudinario. Il Kanun non è un documento religioso, eppure ad esso molti gruppi si sono ispirati nella Chiesa Cattolica e in quella Ortodossa, come pure i Mussulmani. Secondo le leggi del Kanun le donne sono trattate come proprietà della famiglia. Laddove si invocano i principi del Kanun le donne sono private di molti diritti umani, sono considerate quasi alla stregua degli animali. Il Kanun dice: “Una donna è una sacca fatta per sopportare”.

La danzatrice/coreografa Milena Ugren e il musicista percussionista Giorgos Koulas compongono un lavoro basato sul movimento più che su elementi teatrali. La prima intercetta casualmente gesti ed espressioni del quotidiano e li porta in scena con il suo idiosincratico vocabolario fisico. Il secondo interviene solo dopo che la sequenza del movimento è completata, seguendo il risultato del lavoro di improvvisazione con le sue originali composizioni ritmiche.

coreografa e danzatrice
Milena Ugren Koulas
musicista
George Koulas
costumi
Ase Lazarou
light design
Aleksandar Jotovic

con il sostegno del Ministero della Cultura e dell’Educazione di Cipro

twitter