PROSSIMO SPETTACOLO:

GIOVANNA GARZOTTO + REMO PERONATO

sabato 18 novembre 2017

VISUALIZZA
marsicano-2-512x512

TROPICANA
Frigo Produzioni

“Tropicana” è un brano del Gruppo Italiano simbolo degli anni ‘80. Su un calypso orecchiabile e ritmato si innesta un testo di tutt’altra natura: la canzone descrive infatti un’apocalisse, alla quale i presenti assistono senza quasi rendersene conto. Lo svelamento del significato
recondito del brano diventa il pretesto per un’immersione negli abissi, alla ricerca del nero che si cela dentro un involucro colorato.

INFORMAZIONI

map

TROPICANA
Frigo Produzioni

02.09.2017

CSC Garage Nardini
Bassano del Grappa

Biglietteria Operaestate
Via Vendramini 35
tel. 0424 524214 – 0424 519811

ORE 22.30
INGRESSO 5.00

CI SARO'

Print Friendly
SCARICA EVENTO

EVENTI CORRELATI

related
Teatro
02.09.2017
+

OVERLOAD (studio)

Un progetto di Frigoproduzioni
Creazione collettiva a cura di Francesco Alberici
Aiuto regia Daniele Turconi, Claudia Marsicano
Drammaturgia Francesco Alberici
Interpreti Claudia Marsicano, Daniele Turconi, Salvatore Aronica, Francesco Alberici

“(…) Una giovane compagnia come Frigoproduzioni, autori di un interessante primo lavoro con ‘Socialmente’, riconosce il limite del proprio ingresso nel panorama artistico nazionale, comparando il proprio processo a quello del Gruppo Italiano, ensemble musicale che agli inizi degli anni ‘80 sbancò il mercato con ‘Tropicana’, una hit ancora oggi considerata e trasmessa dalle radio italiane ma che sancì di fatto lo scioglimento del gruppo, incapace di sostenere quel successo e di replicarlo oltre. Lo spettacolo prende lo stesso nome della canzone e la interroga, la fa scorrere sul tempo scenico dei quattro attori, uniti sotto il vuoto cielo di un verde carico, netto, senza sfumature. Francesco Alberici, drammaturgo della compagnia, si carica la responsabilità di quel testo, nato dal nome di una bibita alla frutta, sagomato da un ritmo calypso in cui è intimamente compresso ma animato da ben altre intenzioni, ad averne ascoltato i temi apocalittici e non certo riconducibili all’estate gaudente come invece solitamente accade. I ragazzi di Tropicana decostruiscono gli elementi di cui sono composti e dichiarano di non comprendere né il successo né la sparizione, su quali caratteri poggiano, l’uno e l’altra sfera, la proprio evoluzione. (…) C’è una sospensione sommessa, un sentimento di sfiducia nei volti di Alberici, di Claudia Marsicano, Daniele Turconi e Salvatore Aronica – la cantante, il musicista e il corista – c’è la paura di finire nello stesso modo, di restare intrappolati in un rogo per il solo gesto di aver acceso una fiamma artistica nella curiosità altrui. (…) «Tutti l’hanno ballata, nessuno l’ha mai veramente ascoltata», recita la compagnia. Con una verve critica coraggiosa si interroga così sul proprio ruolo, sul senso e il sostegno della qualità, sull’identità dell’arte a contatto con una realtà che immagina prodotti e non processi. (…)”
Simone Nebbia (teatroecritica.net)

twitter