PROSSIMO SPETTACOLO:

SILVIA GRIBAUDI

venerdì 20 maggio 2016

VISUALIZZA

06.07.2015 // Ai blocchi di partenza il progetto Dancing Museums


sala Jacopo-Dal-Ponte

DL_hor_k

Dancing Museums è un nuovo progetto in partnership europea con cinque centri coreografici – La Briqueterie – Centre de développement chorégraphique du Val de Marne (FR), Comune di Bassano del Grappa (IT), D.ID Dance Identity (AT), Dansateliers (NL) and Siobhan Davies Dance (UK) – e otto musei noti a livello internazionale, per esplorare nuove modalità di interazione col pubblico.

Da giugno 2015 a maggio 2017, cinque dance artist, uno da ogni organizzazione,  si impegneranno in un biennio di ricerca, sviluppo e partecipazione in residenze artistiche settimanali in ciascuno dei musei, che forniranno la possibilità a intervalli regolari di collaborare con i loro partner europei man mano che il progetto procede. Durante le residenze saranno anche affiancati da digital artist ed esperti in altri campi come la storia dell’arte, la formazione, arte visiva, social media e nuove tecnologie per contestualizzare la ricerca e stimolare nuove idee.

Dancing Museums culminerà nella creazione di un nuovo lavoro performativo in ciascuna delle cinque città europee, ideale termine di un percorso creato in modo che pubblico e artisti siano entrambi protagonisti (attraverso tour coreografici per il pubblico attraverso le sale dei musei, workshop e una piattaforma web), per sottolineare il ruolo che può giocare una performance dal vivo per la comprensione e l’apprezzamento dell’arte.

Dancing Museums è co-finanziato dal programma dell’Unione Europea Creative Europe.

Musei partecipanti:Arte Sella (IT), Museum Boymans van Beuningen (NL), Gemäldegalerie Wien (AT), Le Louvre (FR), Mac/Val (FR), Museo Civico e Museo di Palazzo Sturm di Bassano del Grappa (IT),  and The National Gallery (UK)

Artisti italiani:

MMaffesantiMatteo Maffesanti, nato a Verona nel 1972, è regista, videomaker e performer. Utilizza il linguaggio del teatro e della video art in contesti artistici e sociali. Si è diplomato al Teatro Nucleo_Ferrara, diretto da  Cora Herrendorf e la sua carriera è stata segnata dall’incontro con importanti rappresentanti del teatro nazionale e internazionale, della video art, del cinema In collaborazione con l’Università di Verona ha creato il coreotometraggio Cinquanta di questi giorni, edito e distribuito da Aracne Editore_Roma con il supporto della Regione Veneto. Dal 2011 Matteo ha iniziato a collaborare con alcuni coreografi e performer italiani: Alessandro Sciarroni, Francesca Foscarini e con progetti europei (SPAZIO, ACT YOUR AGE).  Come performer, ha collaborato con il Collettivo Jennifer Rosa di Vicenza ed è fondatore del Collettivo Elevator Bunker. Attualmente è impegnato in due progetti diversi con la coreografa e danzatrice Tiziana Bolfe e con la performer Chiara Bersani.

FNovembriniFabio Novembrini, nato a Bari nel 1993, ha iniziato gli studi di danza classica e contemporanea nella sua città natale. Dal 2011 al 2014 ha approfondito gli studi di danza alla scuola fiorentina del “Balletto di Toscana” diretta da Cristina Bozzolini. In questi anni ha partecipato a vari workshop, si è unito alla giovane compagnia di danza contemporanea “Antitesi Ensemble”; nel 2014 ha preso parte al progetto “Prove d’autore”, un’iniziativa del network Anticorpi XL, ed ha partecipato a creazioni di Tiziana Bolfe Briaschi, Masako Matsuchita, Maristella Tanzi e Riccardo Buscarini. Tra il 2014 e il 2015 si è trasferito a Berlino, dove ha potuto studiare alla Marameo. Tornato in Italia, ha danzato in ‘La quiete apparente’ di Tiziana Bolfe Briaschi al Premio Equilibrio a Roma, e nell’aprile 2015 è diventato un danzatore del Balletto di Roma, dove ha studiato processi di improvvisazione, instant composition ed ha preso parte al processo creativo di TEFER di Itamar Serussi.

Dancing Museums is a new partnership project bringing together five European dance organisations – La Briqueterie – Centre de développement chorégraphique du Val de Marne (FR), Comune di Bassano del Grappa (IT), D.ID Dance Identity (AT), Dansateliers (NL) and Siobhan Davies Dance (UK) – and eight internationally renowned museums to explore new ways of interacting with audiences.

From June 2015 to May 2017, five selected dance artists, one from each organisation, will embark upon a two-year period of research and development and take part in a week-long residency in each of the museums, providing regular opportunities to collaborate with their European partners as the project progresses. As part of the residency they will also be joined by digital artists and experts from other fields.

Dancing Museums will culminate in the creation of a new participatory, performative work in each of the five European cities highlighting the role live performance can play in enhancing understanding and engagement in art.

Dancing Museums is co-funded by the European Union’s Creative Europe programme.

Participating museums: Arte Sella (IT), Museum Boymans van Beuningen (NL), Gemäldegalerie Wien (AT), Le Louvre (FR), Mac/Val (FR), Museo Civico e Museo di Palazzo Sturmdi Bassano del Grappa (IT),  and The National Gallery (UK).

Italian artists:

Matteo Maffesanti was born in Verona in 1972. He is director, video maker and performer.  He uses the language of theatre and video art in the artistic and social context. He graduated in Teatro Nucleo_Ferrara, directed by  Cora Herrendorf and his personal career was marked by the encounter with quite important leaders in the national and international theatre, video art, film and movie scenes. In collaboration with the University of Verona he created the short film Cinquanta di questi giorni, edited and distributed by Aracne Editore_Roma with the support of Regione Veneto. Since 2011 Matteo started his collaboration with some Italian choreographers and performers (Alessandro Sciarroni, Francesca Foscarini…) and he was involved as videoartist in european projects (SPAZIO, ACT YOUR AGE). As a performer he worked with Collettivo Jennifer Rosa, based in Vicenza, and he is founder of Collettivo Elevator Bunker. At the present he is involved in two different artistic projects with the choreographer and dancer Tiziana Bolfe and with the performer Chiara Bersani.

Fabio Novembrini, born in Bari in 1993, Fabio Novembrini started the studies of ballet, modern and contemporary dance in his home city. From 2011 till  2014 he deepened the study of ballet and contemporary techniques in Florence at the  “Balletto di Toscana” school directed by Cristina Bozzolini. During these years he parteciped in many workshops and joined in the youth contemporary dance company “Antitesi Ensemble”; in 2014 he was invited to take part in the project  “Prove d’autore”, an initiative promoted by the network  Anticorpi XL, and he participated in the creations of Tiziana Bolfe Briaschi, Masako Matsuchita, Maristella Tanzi and Riccardo Buscarini. Between 2014 and 2015 he moved to Berlin, and there he worked and studied at Marameo. Back in Italy, in February 2015, he danced in ‘La quiete apparente’ by Tiziana Bolfe Briaschi at the Premio Equilibrio in Rome and in April 2015 he became a member of  Balletto di Roma, there he explored improvvisation processes, instant composition and took part in the creative process of TEFER by Itamar Serussi.

 

creative europe

 

 

twitter