PROSSIMO SPETTACOLO:

ELENA GIANNOTTI - Social Dreaming

lunedì 12 dicembre 2016

VISUALIZZA

26.09.2016 // IL TEATRO TI FOTOGRAFA: LA NUOVA STAGIONE TEATRALE DELLA CITTÀ DI BASSANO DEL GRAPPA


immagineguida

 

La Stagione Teatrale Città di Bassano, promossa dall’Assessorato alla promozione del Territorio e della Cultura al Teatro Remondini si rinnova nella continuità, individuando nuovi filoni progettuali e consolidando la presenza di partner eccellenti, per garantire il massimo della qualità artistica e gestionale. Così dopo aver avviato lo scorso anno una prestigiosa collaborazione con il Teatro Stabile del Veneto, riconosciuto dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali come uno dei 7 Teatri Nazionali Italiani, dal 2016 si avvarrà per tutta la parte organizzativa di una nuova partnership con Arteven Circuito Multidisciplinare del Veneto, altra eccellenza regionale riconosciuta dal MIBACT, che andrà a qualificare ulteriormente il livello della proposta culturale bassanese.

Bassano diventa così uno dei comuni dove le due massime istituzioni teatrali regionali danno corso al Protocollo d’Intesa firmato il 13 gennaio, a partire dal consolidamento del Progetto Territoriale avviato nel 2015 in realtà strategiche di particolare rilievo.

“Per noi è motivo di orgoglio partecipare attivamente a questa nuova rete culturale – sottolinea l’Assessore Giovanna Ciccotti -, condividendo contenuti artistici e progettuali. Del resto Bassano con Operaestate è già nel novero dei soggetti finanziati dal MIBACT in qualità di Festival Multidisciplinare, ed è iscritto nel suo DNA la capacità di collaborare fattivamente con altri soggetti, non solo a livello regionale ma anche nazionale ed internazionale. Sono certa che mettere insieme professionalità di altissimo livello, facendole dialogare, ognuno con la propria specifica funzione, può solo contribuire a qualificare sempre di più l’offerta culturale messa a disposizione dei nostri cittadini, e di tutti coloro che riconoscono in Bassano uno dei centri culturali più attivi e vivaci del Veneto”. Un’ulteriore marchio di qualità, dunque, per un’edizione che prosegue la lungua tradizione teatrale bassanese, proponendo 10 titoli di grande interesse. 2 appuntamenti al mese tra dicembre e aprile per un unico cartellone attraversato quest’anno da una linea tematica che mette in comunicazione due differenti forme d’arte: CINEMA e TEATRO, veri e propri universi paralleli, che spesso si scambiano storie, faccie, sguardi, voci e parole.

La Stagione Città di Bassano 2016/2017 prova così a fare incontrare questi mondi artistici, costruendo un cartellone che porta sulle tavole del palcoscenico alcuni straordinari successi cinematografici. È il caso di VENERE IN PELLICCIA (14/12) la pellicola di Roman Polanski che nella versione italiana vede protagonista Sabrina Impacciatore e Valter Malosti nel doppio ruolo di interprete e regista. E poi l’esilarante CALENDAR GIRLS (31/01), un successo al botteghino di qualche anno fa che ora spopola in teatro grazie ad un cast perfetto capitanato da Angela Finocchiaro e Laura Curino. Infine il delizioso elogio della buona cucina rappresentato da IL PRANZO DI BABETTE (14/03), Oscar come miglior film straniero grazie alla raffinata regia di Axel, che Lella Costa affronta leggendo la fonte letteraria firmata da Karen Blixen. Cinema e letteratura, un connubio non sempre centrato ma che in questo e in altri casi ha saputo trasformare capolavori scritti in altrettanti gioielli visivi. Ne è un esempio il riuscitissimo film su IL DESERTO DEI TARTARI di Zurlini, che ha reso onore a Dino Buzzati, come ha fatto Paolo Valerio nel suo efficace adattamento teatrale che apre ufficialmente la stagione il 6 dicembre, oppure le diverse versioni di “Piccole Donne”, il romanzo di formazione di Luisa May Alcott che Alessandro Fullin ha trasformato in un’esilarante parodia dal titolo PICCOLE GONNE (23/03). Fonte di ispirazione per numerose pellicole anche il monumentale “Fratelli Karamazov” di Dostoevskij, portato in teatro da Serena Sinigaglia e Fausto Russo Alesi grazie a IVAN (16/02), l’efficace riscrittura di Letizia Russo. Di ispirazione per tanti adattamenti cinematografici anche il MACBETH (18/01) di Shakespeare, ambientato dal regista Fausto Cabra tra i rampanti colletti bianchi di oggi. Ma il cinema è fatto anche di facce, e una di quelle che sicuramente ne hanno attraversato la storia appartiene a Stefania Sandrelli, protagonista de IL BAGNO (1/03), una delle rarissime esperienze teatrali fatte nel corso della sua straordinaria carriera. Altra faccia da cinema, ma anche da TV e da Web, Natalino Balasso propone la seconda puntata della sua irresistibile epopea dal titolo TONI SARTANA E LE STREGHE DI BAGHDAD (11/04). E per concludere un mito della musica come David Bowie, ma soprattutto il suo alter-ego ZIGGY STARDUST (26/04), raccontato dalla voce di Luca Scarlini e dalle immagini del documentarista D.A. Pennebaker. Sono questi i 10 fotogrammi scelti per fermare un’emozione sul palcoscenico del Teatro Remondini.

Dalla sala grande ci si sposta poi al Ridotto del Teatro Remondini per il nuovo ciclo di film collegati agli spettacoli che prevede le proiezioni di: “Il deserto dei tartari” di Valerio Zurlini (7/12), “Macbeth” di Roman Polanski (19/01), “Il pranzo di Babette” di Gabriel Axel (15/03) e “Piccole Donne” di Gillian Armstrong (24/03). Collegato a questi film e ai relativi spettacoli anche un percorso per gli spettatori dal titolo “Abbecedario” realizzato in collaborazione con Color Teatri.

Informazioni Bigleitteria tel. 0424 524214 www.operaestate.it

twitter