PROSSIMO SPETTACOLO:

GIOVANNA GARZOTTO + REMO PERONATO

sabato 18 novembre 2017

VISUALIZZA

18.09.2017 // Replica straordinaria di “Stabat Mater” di Pablo Leyton/DAnce Well


Pablo Leyton_Dance Well_Stabat Mater_Ph.Ceccon (17)

Torna in scena lo Stabat Mater” di Pablo Leyton con i danzatori del progetto “Dance Well” il prossimo 22 settembre alle ore 21.00, nella suggestiva cornice della Chiesetta dell’Angelo in Via Roma a Bassano del Grappa.
Una replica programmata in occasione delle riprese del nuovo docu-film di Sky Italia, che immortalerà proprio la serata.

Ingresso libero con PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA presso la Biglietteria di Operaestate, di persona in Via Vendramini 35 a Bassano del Grappa oppure al numero 0424524214.
La replica prevede posti limitati, non sarà perciò possibile accedere senza prenotazione.

In questo Stabat Mater Pablo Leyton lavora con i danzatori del progetto Dance Well (movimento e ricerca per Parkinson), a una creazione che prende ispirazione dalle teorie della filosofa Judith Butler. Scopo della creazione è catturare coreograficamente la naturale predisposizione delle persone a stare insieme. Una comunità che non dimentica però di assegnare a ciascuno un ruolo all’interno di una struttura sociale complessa. Il lavoro mette in scena i movimenti sociali dell’ultimo decennio, enfatizzando la qualità performativa degli stessi movimenti sociali. Qualità performativa che si ritrova ad esempio nel radunarsi dei corpi nelle manifestazioni di piazza, nel loro accordo tacito per un obiettivo comune, nel loro diritto di apparire, nella legittimità che acquisiscono, nella loro capacità di rappresentare un pensiero collettivo. In questo “Stabat Mater” anche la preghiera è intesa come luogo aggregante, nel quale l’uguaglianza e l’incapacità del singolo, diventano sostegno e ideale di condivisione, con la speranza di trovare nella sofferenza una liberazione spirituale. Il lavoro con danzatori non professionisti ma coinvolti in un progetto come Dance Well enfatizza questa ricerca di base, utilizzando la fisicità dei performer come punto di forza.

twitter